Il rosario unisce

Nella casa di riposo dove lavoro, al venerdì mattina si recita il rosario comunitario assieme a don Caterino, che da tanti anni è il cappellano che segue gli anziani ospiti. Ma come ormai da quasi tre mesi, nemmeno oggi arriverà a guidarli nella recita del Rosario (a causa della chiusura della struttura per l'emergenza sanitaria)....e allora come spesso ultimamente accade, gli ospiti accolti si ingegnano come meglio riescono per non mancare a questo appuntamento, così importante per loro, soprattutto in questo mese dedicato a Maria.

E' proprio in questo momento organizzativo, che comincia a balenarmi una nuova idea...e così mi permetto di esordire dicendo: "E perchè oggi il Rosario non lo recitiamo assieme a don Danilo e ad alcune famiglie di Galzignano? DETTO...FATTO.....i mezzi tecnologici sono fenomenali in questo momento così difficile......

I nonni accolgono con entusiasmo questa proposta e con grande emozione, ma soprattutto devozione, si riuniscono a pregare davanti allo schermo.....aggiungendo ad ogni mistero un'intenzione speciale per questa Comunità che sentono vicina a loro nella preghiera.

Nei loro volti fioriscono sorrisi emozionati nel vedere i bambini in preghiera.....nell'attesa di poter riabbracciare i propri nipoti e figli.

Quindi GRAZIE a nome di questi anziani alla parrocchia di Galzignano per questa grande opportunità.....il potere della preghiera che unisce, conforta, abbraccia è stato ancora una volta più grande della distanza.

Naturalmente attendiamo per la settimana prossima un nuovo video, con altre famiglie, per pregare ancora insieme: noi ci saremo, appuntamento già segnato in calendario.

Martina e anziani della casa di riposo di Piove di Sacco